Header Ads

DA UNA CLINICA DENTISTICA DI BANCHETTE, VICINO A IVREA, NOVA ARS MEDICA, ALCUNI CONSIGLI PER I GENITORI

Si chiama ortodonzia, e nell’adolescente ha come obiettivo principale la correzione della posizione dei denti e di eventuali altri errori come il mancato allineamento del morso nell’ultima fase di crescita: siamo in un momento molto delicato e decisivo per la crescita sana dell'adolescente e per impostare un corretto piano di trattamento è opportuno scegliere un bravo medico,
È dunque molto importante fare buona prevenzione, come spiega il Ministero della salute.
Abbiamo chiesto maggiori ragguatli a  Nova Ars Medica, dentisti di Banchette, Ivrea, medici spcialisti in ortodonzia della provincia di Torino. 


Nell’età dello sviluppo, durante i picchi di crescita puberale, è ancora possibile condizionare la crescita dei mascellari che insieme ad un corretto allineamento dentale determina il raggiungimento di un’estetica armonica del viso e del sorriso.

ATTENZIONE AI FALSI DENTISTI: IN ITALIA SONO OLTRE 15000 GLI ABUSIVI - Per capire se il vostro dentista è autorizzato a esercitare ed è laureato è sufficiente andare sul sito della FNOMCeO (Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri) e fate una ricerca anagrafica, oppure direttamente a questo link; basterà inserire il cognome del medico e la provincia in cui opera per vedere immediatamente se la persona compare nell’albo e scoprire se si tratta di un vero dentista.

Nella grande maggioranza dei casi però si tratta di interventi principalmente estetici, utili a donare un sorriso gradevole ai ragazzi. Denti arretrati o avanzati, sovrapposti o ogni altra situazione che porta ad un disallineamento dentale può essere risolta in questa fase della crescita, eliminando anche le interferenze muscolari che possono ostacolare il trattamento o predisporlo ad una recidiva. Per questo motivo, nell’ ortodonzia per adolescenti è importante effettuare precocemente una visita ortodontica, per “intercettare” qualsiasi problema a carico dell’apparato masticatorio.



PAURA DEL DENTISTA ? Erroneamente in molti evitano cure dentistiche preventive proprio per arginare la paura del dentista. Non dimentichiamo l’importanza della prevenzione: visite odontoiatriche periodiche permetteranno di garantire uno stato ottimale, di rilevare la presenza di alcune patologie quali diabete e malattie cardiache, nonché di affrontare al meglio le future visite dal dentista, senza paura!


Normalmente si interviene con un apparecchio dentale fisso che, al contrario di quelli mobili, agisce 24 ore su 24, dato che è incollato ai denti. In media servono 18 mesi per ottenere un allineamento corretto, ma la durata del trattamento è soggettiva, dato che dipende dalla situazione iniziale di partenza del paziente. I pazienti con apparecchio fisso però devono avere alcune accortezze aggiuntive, dato che aumenta il rischio di carie.

Come consiglia Nova Ars Medica“gli alimenti duri possono spezzare l’apparecchio e causare un dolore moderato o intenso nei giorni successivi l’applicazione o la regolazione. Di conseguenza, è decisamente meglio non mangiare nulla che sia duro o croccante, soprattutto dopo una visita dal dentista. Gli alimenti appiccicosi, come le gomme da masticare, sono dannosi per l’apparecchio. Uno dei rischi maggiori di rottura dell’apparecchio è rappresentato dal modo in cui si mangia. Se si masticano gli alimenti come se l’apparecchio non ci fosse, c’è il rischio di spezzare le staffe o staccarle dai denti. Una maniera per evitare che questo accada consiste nel tagliare il cibo in piccoli pezzi”

Oltre ai consigli sulla masticazione, è fondamentale la pulizia dei denti per evitare che piccoli pezzi di cibo restino incastrati nell’apparecchio e siano veicolo di formazione di placca, tartaro e carie. Oltre a ciò, sono necessarie visite di controllo per controllare che non si formi carie e per regolare l’apparecchio. È possibile, in certi casi, usare un apparecchio invisibile, composto da una mascherina di plastica, che consentono di ottenere gli stessi risultati senza richiedere una cura dentale maggiore.

Nessun commento