Header Ads

COME SI SCEGLIE UN BRAVO ORTODONTISTA?

L'ortodonzia è quella branca dell'odontoiatria che si occupa di raddrizzare i denti storti, e fare ordine in dentature troppo affollate e malposizionate.



Mentre la figura del dentista ci è familiare, quella dell’ortodontista oggi non è ancora ben conosciuta in Italia, diversamente da quanto accade all’estero.

Rispetto al dentista, l’ortodontista segue un particolare percorso di studi che dà alla sua preparazione professionale un valore aggiunto, quello della ‘specializzazione’.

Il percorso comincia con l’accesso ad una delle 19 Scuole Italiane di Specializzazione in Ortognatodonzia e si conclude dopo tre anni con un diploma. Questa scuola può essere frequentata da un qualsiasi dottore, a patto che egli sia già laureato in Odontoiatria e protesi dentaria presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia.

Tutti gli ortodontisti sono perciò dentisti, ma solo circa il 5% di essi è attualmente anche un ortodontista.

L’alta specializzazione consente agli ortodontisti di affrontare efficacemente la diagnosi, la prevenzione ed il trattamento delle irregolarità facciali e dentali.

La figura professionale dell’ortodontista deve essere interpellata da quanti presentino casi di irregolarità dentali o facciali. Sono un esempio di patologie da curare con l’ortodonzia le malocclusioni (cattivo morso) o contatto negativo tra i denti superiori e inferiori. L’ortodonzia è la branca utile nei casi di diastemi, mors.o incrociato, affollamento dentale, morso profondo, asimmetrie e deviazioni della linea mediana, necessità di espandere il palato e labiopalatoschisi.

Per scegliere un bravo ortodontista, cioè un medico esperto nel raddrizzare denti storti  o storti e arcate dentali non allineate, è necessario capire se quel particolare esperto partecipa a programmi di formazione accreditati, e se utilizza gli ultimi metodi diagnostici e tecnologi avanzate di trattamento. 

In passato ci si affidava a un dentista generico, tuttavia solo un ortodontista è laureato in Ortodonzia e hanno ottenuto la certificazione della loro specialità . 
  
Un'altra grande risorsa nella scelta di un ortodontista è il passaparola. Chiedete ai vostri amici e vicini di casa! Essi vi daranno il loro parere onesto sulla loro esperienza ortodontica. Altri specialisti dentali, come un chirurgo orale, possono anche fornire indicazioni sulla qualità del trattamento e la cura che vedono dal settore dei professionisti ortodontici.

Oltre ai siti web , si può anche visitare il sito web dello stesso ortodontista. 
Infine, non c'è modo migliore per determinare se un ortodontista è giusto per voi che quello di visitare personalmente l'ufficio. 

QUANDO LA PRIMA VISITA

La prima visita ortodontica dovrebbe essere effettuata nei bambini in crescita, preferibilmente tra i 3 e i 6 anni. È questo il momento migliore per individuare possibili problematiche e per prevenire l’insorgere di problematiche future.
In caso di sintomi o problematiche sviluppatisi in seguito è possibile effettuare una visita di controllo e diagnosi anche da adulti.


ORTODONZIA: L’IMPORTANZA DELLA MASTICAZIONE

La disciplina dentistica è nata per migliorare il sorriso dal punto di vista estetico, offrendo ai pazienti la possibilità di riallineare i denti. Non è però solo una questione estetica, la qualità dell’occlusione dentale ha anche una notevole importanza sulle funzionalità masticatorie che possono essere rumorose, fastidiose, ma soprattutto dolorose. Una scorretta masticazione può causare problemi articolari. Lo stress può causare anche casi di bruxismo o serramento che possono richiedere l’intervento di apparecchi specifici come i bite notturni ad esempio.

Nessun commento