Header Ads

SBIANCAMENTO DEI DENTI? FATELO DAL DENTISTA

Lo sbiancamento dentale è un trattamento estetico molto richiesto; tanto da essere diventato decisamente rilevante sia in ambito domestico che in quello professionale. Denti bianchi e sani rappresentano infatti una delle caratteristiche estetiche più ambite e ricercate. Non bisogna però dimenticare che lo sbiancamento dentale è una procedura odontoiatrica, utile non solo in casi “cosmetici” ma anche sbiancamenti utili per risolvere discromie dentali dovute a patologie come la fluorosi o gli effetti di particolari antibiotici.
Ma che cos’è esattamente lo sbiancamento dentale? Sotto questo termine rientra, genericamente, qualsiasi trattamento che porta i denti ad apparire più bianchi. Per riportare il colore dei denti al bianco e alla luminosità di un tempo, è possibile scegliere tra diverse tipologie di trattamenti sbiancanti. Aldilà dell’efficacia insita nelle varie metodiche, occorre innanzitutto prendere coscienza dei loro limiti. Sottoporsi a questi trattamenti, infatti, significa riportare il colore della dentatura all’antico splendore, fino a schiarire leggermente le tonalità originali. È pertanto impossibile modificare il colore originale della dentatura per renderlo più chiaro.
Come anticipato, esistono svariati metodi per sbiancare i propri denti. Tale risultato può essere conseguito sottoponendosi a trattamenti professionali nello studio del proprio dentista o in centri estetici specializzati, effettuando trattamenti combinati (studio dentistico, centro specializzato – casa), oppure adottando i trattamenti domiciliari. In generale, comunque, i denti possono essere resi più bianchi in due modi: uno meccanico (per sfregamento) e uno chimico (con sostanze decoloranti).
Il Centro dentistico di Torino Brunelleschi propone, a chi intende sbiancare i denti, i trattamenti con BlancOne®, l’ideale per avvicinarsi allo sbiancamento dentale, anche per chi teme un’eccessiva sensibilità provocata da questi trattamenti sbiancanti (uno dei rari effetti collaterali di questa procedura). Anche se possiamo affermare che tutti i trattamenti BlancOne® hanno virtualmente eliminato il problema di sensibilità, è di sicuro il trattamento più delicato fra tutti i prodotti in commercio:
  • utilizza una bassa concentrazione di perossido di carbamide (16%)
  • non richiede la protezione gengivale
  • dura solo 10 minuti
Il perossido di carbamide è composto da Perossido di Idrogeno ed Urea, dove il perossido di Idrogeno costituisce circa 1/3 della concentrazione totale di Perossido.
BlancOne® è un trattamento sbiancante professionale che sfrutta realmente l’energia luminosa e non il suo effetto termico per attivare le molecole di perossido di idrogeno in ossigeno nascente. L’azione sbiancante viene quindi sviluppata in pochi secondi ed il gel foto cromatico BlancOne® vira di colore consentendo all’operatore un controllo visivo. Assicura inoltre uno sbiancamento termicamente neutro, senza disidratare la dentina, e senza innalzare la temperatura nella camera pulpare.
È importante notare che quando sono presenti otturazioni e corone, soprattutto nelle zone frontali, è utile valutare l’opportunità di sottoporsi al trattamento: i colori dei compositi e delle ceramiche resterebbero invariati, risultando quindi di un colore diverso rispetto a quello dei denti.
È possibile fare lo sbiancamento a casa?
Prima di procedere con lo sbiancamento domiciliare è necessario tenere presenti alcuni fattori e chiedere informazioni durante le visite odontoiatriche. Grazie ad una visita dedicata, sarà possibile consigliare ad ogni paziente la soluzione più adatta al suo sorriso. La durata dell’effetto dello sbiancamento dipende da diversi fattori: sarà maggiore se abbinata a una buona igiene orale domiciliare e a un’alimentazione che preveda una limitazione di cibi e bevande che tendono a macchiare di più i denti, che andrebbero a contrastare e annullare l’efficacia del trattamento.

Nessun commento